L’articolo che segue approfondisce ulteriormente l’argomento calcio da un punto di vista molto differente…

 Andremo infatti a svelare completamente il vero meccanismo di assorbimento e di trasmutazione del calcio e vedremo come in realtà il nostro organismo sia in grado di produrre calcio a necessità partendo da altri minerali.

 Stiamo osservando in questi ultimi anni rafforzarsi una scienza genuina e trasparente, grazie alla ricerca indipendente di scienziati con la S maiuscola, non tanto interessati al guadagno a tutti i costi, ma a capire come veramente stiano le cose in fatto di alimentazione e non solo..

 Oggi mi preme parlare degli studi di un illustre chimico, Corentin Louis Kervran.

 Kervran fu esperto di medicina del lavoro, di igiene, di agricoltura e docente universitario ed è stato direttore di studi sugli effetti dannosi prodotti dalle radiazioni atomiche sull’organismo umano.

 Fù tra i candidati, a partire dal 1975, per il premio Nobel di fisiologia e medicina; si dimostrò un lungimirante scienziato e elaborò delle teorie molto importanti sulla fusione fredda.

 Come puoi immaginare il suo nome fù molto discusso, in quanto le sue scoperte seguirono l’iter classico, essendo prima rifiutate, poi riconosciute come verità… e poi, semplicemente ofuscate…

 Quello di cui ti voglio parlare in particolare però sono le sue straordinarie scoperte della trasmutazione del silicio, del potassio e del magnesio in calcio!!

 

 Trasmutazione biologiche a bassa energia.

 

 Kervran portò alla luce degli studi fatti dal francese Vauquelin nel 1799, il quale scoprì come le galline producessero tra feci e i gusci delle uova almeno quattro volte la quantità di calcio assunto tramite l’alimentazione.

 Per approfondire i dati della sua ricerca Vauquelin decise di studiare meglio il fenomeno e alimentò per un periodo le sue galline di sola avena, cereale praticamente privo di calcio.

 Notò con grande stupore che le sue galline, pur non consumando nella loro dieta nessuna fonte di calcio, ne producevano in grande quantità sia nei gusci delle loro uova sia nelle feci.

 Il grande merito di Kervran in questo caso fù quello di portare alla luce un esperimento che, per le sue caratteristiche, poteva rivoluzionare completamente la visione classica della dietologia.

 Infatti questo studio è molto rilevante in quanto non eseguito in vitro, ma dal vivo. Il grande limite delle ricerche in laboratorio è proprio il fatto che gli scienziati diventano esperti delle reazioni chimiche che avvengono tra i diversi elementi, ma le cose cambiano completamente dentro al nostro corpo vivo, quando elabora le sostanze nutritive, i processi dal vivo sono del tutto differenti ed entrano in gioco n variabili.

 Ciò permise di constatare che effettivamente sia gli organismi animali che quelli vegetali, pur nutriti senza calcio, sono perfettamente in grado di produrre calcio.

 A differenza di quello che si era creduto fino a quel momento possono avvenire delle trasmutazioni a energia debole dentro al nostro organismo!

 

 Il calcio si forma a partire da silicio, magnesio e potassio

 

 I punti più importanti e davvero utilissimi che possiamo sintetizzare da queste premesse sono:

 

  • nel corpo umano avvengono reazioni a energia debole;
  • l’organismo biologico è in grado di produrre i minerali necessari a partire da altri minerali;
  • l’organismo può creare il calcio a partire da silicio, potassio e magnesio.

 

Secondo Kervran i processi biologici dell’organismo permettono di attivare trasmutazioni biologiche a debole energia in linea con i processi alchemici.

 Un ruolo importante in questo viene svolto dalla flora batterica, necessario quindi mantenere uno stile di vita equilibrato e salutare per permettere i perfetti processi bio-chimici necessari al sostentamento della vita.

 Queste implicazioni sono davvero dirompenti, in quanto fino ad ora eminenti dietologi sui media ci hanno raccomandato di fare molta attenzione a quanto calcio dovevamo assumere, demonizzando le diete a base vegetale per i rischi di indebolire il nostro apparato scheletrico.

 Ma perchè queste ricerche così importanti sono state taciute dal mondo scientifico per così tanto tempo? Il bandolo della matassa si stà velocemente sciogliendo e stiamo vedendo prove, statistiche, ricerche, studi scientifici che dimostrano come le nostre preoccupazioni su eventuali carenze nutrizionali in una dieta vegana siano completamente infondate, anzi, tutto il contrario. Anche per questo motivo se ti stai chiedendo come diventare vegano approfondisci l’argomento e non curarti di miti e disinformazione.

 Ecco come il nostro organismo produce il calcio:

assorbimento di calcio

 Per abbondanza il silicio è il secondo elemento della crosta terrestre…

 

 Alimenti ricchi di minerali amici

 

 Quindi il punto della questione è che non ti dovresti preoccupare del calcio, il tuo organismo saprà creare ossa forti e resistenti con una dieta vegana ricca di verdure a foglia verde e frutta secca..

 Ecco in sintesi alimenti che puoi consumare che sono ricchi dei minerali per così dire “forma-calcio”: 

Silicio: coda cavallina, miglio, cereali integrali, barbabietole, peperoni, soia, semi di sesamo, zucca e girasole, ortaggi a foglia verde;

Magnesio: verdure a foglia verde, frutta secca, legumi, funghi, banane ( da notare come il magnesio venga perso a causa della raffinazione, cottura e conservazione degli alimenti);

Potassio: frutta secca o oleosa, datteri, castagne, banane, albicocche, ortaggi vari e patate.

 

 In sintesi

 

Ecco i consigli basilari per il vegano in salute, forte e non più vittima del martellamento mediatico: 

 

  • elimina ogni paura riguardo a eventuali carenze, il tuo organismo è strutturato per assorbire al meglio cibi vegetali e sostenersi perfettamente;
  • consuma svariate fonti di vegetali a foglia verde scuro;
  • evita come la peste bevande al alto contenuto di fosfati ( cole, caffè, thè );
  • fai movimento, in questo modo attivi il metabolismo e le corrette reazioni chimiche;
  • esponiti al sole più che puoi ( anche d’inverno ).

 

 Per approfondire invece le fonti ricche di calcio e i danni dei latticini puoi andare qui: il paradosso del calcio.

 

Che dire, è ora che certe verità siano di dominio pubblico…

 

Aspetta: hai già scaricato l’e-book gratuito sui 10 CIBI VEGANI PIU’ SANI?

(Da inserire nella tua alimentazione quotidiana…)

frecce rosse

 

Fonti: “Prove in biologia delle trasmutazioni a debole energia” di C. Louis Kervan, Edizioni Aquarius Palermo

“Scienze d’avanguardia” di C. Louis Kervan, Edizioni Andromeda A Giannone Editore Palermo

 

Ti è piaciuto l’articolo? Lascia un commento e condividilo sui social!

 

Altri articoli interessanti

Pin It on Pinterest