Dopo l’austerity, la politica finanziaria restrittiva e paralizzante e la “crisi economica” pianificata e creata ad hoc, ecco che l’Europa allunga la sua ombra sull’ultimo brandello di indipendenza e razionalità che aveva mantenuto l’Italia, obbligando il nostro Paese a introdurre le coltivazioni OGM!!

 Vorremmo concentrarci come facciamo spesso sul positivo, mettendo la nostra energia e il nostro focus su ciò che ci fà bene e su quello che vorremmo si realizzasse per la nostra salute e prosperità.. Quindi prendiamo questa notizia con il dovuto distacco e la dovuta calma; ci è sembrato però doveroso pubblicare questo post, per informare sulla politica scabrosa e per nulla curante della nostra salute che stà avvenendo davanti ai nostri occhi.

Nutrizionesuperiore.it si occupa di promuovere una nutrizione veramente naturale e a misura d’uomo che permetta una salute piena, la netta diminuzione delle malattie e uno sviluppo armonioso insieme al Pianeta.

Come abbiamo già detto altre volte, ora come mai c’è bisogno di un cambio netto di rotta nel modo in cui l’uomo conduce la sua vita su questo Pianeta. Ci viene detto che non c’è cibo per tutti e che le risorse si stanno esaurendo e non c’è modo di porvi rimedio… NIENTE DI PIU’ LONTANO DALLA VERITA’!

L’uomo vivrebbe in salute con una dieta completamente a base vegetale e potrebbe sfamare ogni individuo sulla faccia della Terra adottando un’agricoltura ecosostenibile, investendo sulla ricerca di tecniche naturali di coltivazione che si inseriscano perfettamente nel bioritmo dell’ecologia. Tutto questo sarebbe già possibile e potrebbe essere realizzato in pochi anni.

Al contrario vediamo da chi prende le decisioni ad alto livello un completo disinteresse della nostra salute; siamo contaminati dall’acqua, dall’aria con le scie chimiche e dal cibo.

In questo articolo vogliamo mettere l’attenzione sulla pericolosità delle colture OGM, fino ad ora tenute a debita distanza dalle scelte fatte dai nostri politici. Purtroppo però l’Europa nazista e centralsita ha deciso che è ora di mettere fine a questa resistenza, obbligando il nostro Paese d’ora in poi a dare l’ok alle colture geneticamente modificate della Monsanto.

Le multinazionali hanno cercato con tutte le loro forze di vietare ( addirittura ) ogni ricerca che potesse esprimersi sulla bontà o meno degli OGM. Purtroppo però le evidenze scientifiche che questo tipo di manipolazione genetica sia come minimo rischiosa per la salute esistono, ed è stato dimostrato da ricerche indipendenti come il consumo per esempio di mais transgenico sia deleterio per la salute e fonte di gravi malattie.

Qui di seguito riportiamo la notizia…

È tempo di aprire agli ogm: ce lo chiede l’Europa. Anzi, ce lo impone. La Corte di Giustizia ha infatti condannato l’Italia per avere vietato la coltivazione di mais Mon810 alla multinazionale statunitense Pioneer Hi Bred che aveva fatto causa al Ministero delle Politiche agricole alimentari e forestali per non avere permesso alla sua filiale italiana di coltivare il cereale sviluppato da Monsanto. Secondo la Corte, se la coltivazione di una pianta geneticamente modificata è già stata autorizzata dall’Unione, NON C’E SOVRANITA’ NAZIONALE CHE TENGA, e ogni Stato membro si deve adeguare…

Il Perù ha ufficialmente approvato una legge che vieta ingredienti geneticamente modificati in qualsiasi punto all’interno del paese per i prossimi dieci anni.

In un duro colpo alle imprese agribiz multinazionali come la Monsanto, Bayer e Dow, il Perù ha ufficialmente approvato una legge che vieta ingredienti geneticamente modificati in qualsiasi luogo all’interno del paese per un intero decennio prima di venire su per un’altra recensione.

Sessione plenaria del Perù, il Congresso ha preso la decisione 3 anni dopo il decreto che fu scritto, nonostante il precedente governo spinse per la legalizzazione OGM.

La popolazione si preoccupa per l’introduzione di organismi geneticamente modificati (OGM) comprometterà le specie native del Perù, come il mais gigante bianco, mais viola e, naturalmente, le famose specie di patate peruviane. Anibal Huerta, Presidente della Commissione Agraria del Perù, ha detto che il divieto è stato necessario per evitare il “pericolo che può derivare dall’uso delle biotecnologie”.

Mentre viene approvato divieto di frenare la coltivazione e l’importazione di OGM nel paese, un test condotto dall’Associazione Peruviana di Consumatori e degli Utenti (ASPEC) ha rilevato che il 77 per cento dei prodotti da supermercato testati conteneva contaminanti OGM. “La ricerca di ASPEC conferma qualcosa che peruviani conoscevano bene: gli alimenti geneticamente modificati sono sugli scaffali dei nostri mercati e cantinesenza che sia riportato sull’etichetta, e i consumatori li comprano e li portano nelle loro case a mangiare senza saperlo. Nessuno ci dice, nessuno dice nulla, complici di una una palese violazione del nostro diritto di informazione “, ha detto Gestión Cáceres. Gli OGM sono così diffusi in America che è praticamente impossibile veramente e completamente bloccarli, attraverso l’impollinazione o nascosti negli alimenti trasformati e raffinati.

Fonti

http://luniversalesocialismotricolore.wordpress.com

http://www.occupymonsanto360.org

http://www.lospecchiodelpensiero.it

 

E’ molto importante che queste notizie si conoscano e che circolino sul web, unico mezzo di informazione ormai rimasto libero. E’ anche importante ricordare che abbiamo sempre una scelta e che possiamo smettere ORA di farci completamente schiavizzare da questi signori, i quali non intendono neanche più permettere ai piccoli agricoltori, nostra ultima speranza, di vendere in tranquillità il frutto del proprio lavoro.

Una nutrizione a base vegetale è di grande aiuto nel rimuovere efficaciemente le tossine e nello sviluppare una potente azione antitumorale; il problema è che anche la persona vegan, se consuma mais e soia geneticamente modificati e frutta e verdura trattata con ormoni e pesticidi, si espone agli stessi rischi di chi mangia carne e formaggi.

Cerchiamo quindi sempre di informarci il più possibile sull’origine di quello che mettiamo nel piatto e ricordiamoci che abbiamo sempre una scelta: quella di non acquistare i loro prodotti!

 

Aspetta: hai già scaricato l’e-book gratuito sui 10 CIBI VEGANI PIU’ SANI?

(Da inserire nella tua alimentazione quotidiana…)

frecce rosse

 

Ti è piaciuto l’articolo? Lascia un commento e condividilo sui social!

 

Altri articoli interessanti

Pin It on Pinterest